Romeo e Giulietta – Mille volte buonanotte..

Da: Romeo e Giulietta
W. Shakespeare

[…]
Romeo: Se io profano con la mia mano indegna questo santuario, è un peccato gentile. Le mie labbra come due pellegrini chiedono la grazia di riparare a rude offesa con un dolce bacio.

Giulietta: Buon Pellegrino, non disprezzare la tua mano che ha dimostrato solo devozione. Perché i Santi hanno mani che i Pellegrini toccano con le mani, ma palma contro palma.. Questo è il bacio dei Santi.

Romeo: I Santi non hanno labbra come le hanno i Pellegrini?

Giulietta: Si, Pellegrino. Ma servono solo per pregare.

Romeo: Allora, mia Santa, concedi che le labbra preghino come le mani. O la fede diventa disperazione!

Giulietta: I Santi non si muovono. Ascoltano chi prega..nient’altro.

Romeo: E tu non muoverti, mentre mi esaudisco da solo.
Dalle mie labbra le tue labbra hanno tolto il peccato..

Giulietta: E le mie l’hanno avuto dalle tue!

Romeo: Che incoraggiamento soave, allora. Rendimi il mio peccato.

Giulietta: Baci come un dio..

[…]

Romeo: Cos’è quella luce che appare alla finestra? E’ l’oriente? E’ Giulietta? E’ il Sole.
Sorgi bel Sole e uccidi l’invidiosa Luna che già fiacca e pallida dalla gelosia di te sua ancella, che sei più bella di Lei. Smetti di servirla, quell’invidiosa. La divisa delle sue vestaglie è verde e malsana la portano solo le donne sciocche..gettala via!

Giulietta: Ahimè..

Romeo: Parla, parla ancora, Angelo mio.

Giulietta: Oh Romeo, Romeo! Perché sei tu, Romeo? Rinnega tuo padre e rifiuta il tuo nome, o se non vuoi farlo basta che giuri di amarmi e non sarò più una Capuleti.
E’ soltanto il tuo nome che mi è nemico, tu sei te stesso, non un Montecchi. Che vuol dire Montecchi? Non è una mano, né un piede, né un braccio. Una faccia non è la parte del corpo di un uomo. Prenditi un altro nome!
Che cos’è un nome? Quella che chiamiamo rosa, con un altro nome, profumerebbe ugualmente. Così Romeo anche se non lo chiamo Romeo, conserva tutte quelle qualità perfette che gli spettano di diritto.
Romeo, cambia nome e per quel nome che non è parte di te, ti do in cambio me stessa.

Romeo: Ti prendo in parola..
Giulietta: Non sei Romeo? Un Montecchi?

Romeo: Né uno né l’altro, mia cara, se non vuoi.

Giulietta: Come sei arrivato fin qui? Dimmi, e perché? Le nostre mura sono alte, sono impervie.. Ti ammazzano se ti trovano qui!

Romeo: Con le ali dell’Amore ho volato oltre le mura, perché non si possono mettere limiti all’Amore. E quello che Amore vuole, Amore osa, perciò i tuoi parenti non mi fermano,

Giulietta: Se ti vedono, tu sei morto!

Romeo: Ho il mantello della notte che mi nasconde. Però se non mi ami, fai pure mi trovino, sarebbe meglio morire per mano loro, che continuare a vivere senza il tuo Amore..

Giulietta: Se non avessi sul viso la mia maschera della notte, un verginale rossore mi dipingerebbe la guancia per quello che mi hai sentito dichiarare. Vorrei rispettare le forme, vorrei rinnegare quello che ho detto, ma bando ai complimenti.. Mi ami davvero?

Lo so che dirai di si, e voglio credere tutto, ma anche se giurassi potresti mentire. Mio caro Romeo, se mi ami dillo sinceramente..

Romeo: Cara, per la venerabile Luna che lassù tinge d’argento quelle cime di aberi, giuro.

Giulietta: Non giurare sulla Luna! Quella bugiarda incostante, che girando cambia faccia ogni mese. Anche il tuo Amore così sarebbe variabile.

Romeo: Allora su cosa devo giurare?

Giulietta: Non giurare affatto, o se vuoi giurare giura su te stesso.. Che sei il dio della mia adorazione e io ti crederò.

Romeo: Sei il mio cuore..

Giulietta: Non giurare. La gioia che provo non gioia di questa nostra unione di stanotte. E’ avventata.. Sconsiderata..arriva come il lampo che si è già spento prima che uno l’abbia visto. Amore, buonanotte..questo bocciolo d’Amore maturando al soffio d’estate, forse sarà un bel fiore quando ci rivedremo. Buonanotte..buonanotte..buonanotte..

Romeo: Vuoi lasciarmi così insoddisfatto?

Giulietta: Che soddisfazione vuoi avere, stanotte?

Romeo: Quella di scambiarci un’eterna promessa d’Amore.

Giulietta: Io la mia te l’ho data prima che me la chiedessi!

[…]

Romeo: Sulla mia Anima..

Giulietta: Mille volte buonanotte..

Romeo: Cattiva mille volte, mi privi della tua luce..

Giulietta: Buonanotte!

Romeo: ..si corre verso l’Amore, come gli scolari scappano dai libri, ma andar via dall’Amore, è come tornare a scuola.

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Romeo e Giulietta – Mille volte buonanotte..

  1. Vale ha detto:

    marò io amo shakespeare*.* qst sono le mie parti preferite *.*grande william *_*

  2. francesca ha detto:

    Quanto adoro quest\’opera!!!
    I love Shackespeare! :)

  3. Kat ha detto:

    Bellissimissimissimissimo!!!
    Grande opera e grande scena.
    * Mille Volte Buonanotte *

  4. Melania ha detto:

    qust\’opera resta sempre un\’emozione rinnovata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...